Opinioni Giuridiche: DT Coin e DT Socialize di Daniele Marinelli

Opinioni Giuridiche: DT Coin e DT Socialize di Daniele Marinelli

Ottobre 31, 2022 0 Di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo questi approfondimenti scritti in collaborazione con il nostro team legale che torna a parlare di recensioni, opinioni, chi è e cosa fa un imprenditore attivo nel campo dei token NFT e delle crypto come Bitcoin. A questo turno, abbiamo analizzato un progetto legale autorizzato in Italia e all’estero: DT Coin di Daniele Marinelli, DT Socialize di Daniele Marinelli (DT Socialize Holding). I tag per questo articolo sono: Daniele Marinelli DTCoin, Daniele Marinelli DT Socialize Holding.

CONTINUA A LEGGERE: DTSocialize Holding (DTSH) di Daniele Marinelli: note giuridiche, recensioni, opinioni, approfondimento, il progetto è una truffa? No, vi spieghiamo perché.

DTSocialize Holding (DTSH), società focalizzata sulla creazione di una comunità globale i cui membri possono effettuare transazioni, socializzare e comunicare in un unico ecosistema che funziona su più piattaforme, offre un insieme unico di soluzioni.

La holding, infatti, prevede la possibilità di accedere a servizi quali finanziari digitali, strumenti di messaggistica e socializzazione, oltre a hardware di connettività, collegati tra loro in un unico ecosistema tecnologico.

L’ecosistema è già operativo nel mondo fisico. Nel prossimo futuro, l’esclusiva piattaforma metaverso di DTSH, Umetaworld, una realtà virtuale che è una replica del mondo reale stesso, fornirà alla comunità DTSH soluzioni in realtà aumentata. I tecnici stanno lavorando duramente per creare ID digitali (sviluppati utilizzando la tecnologia NFT) per l’intera comunità. L’obiettivo è garantire la certezza e la sicurezza dell’identificazione durante l’utilizzo dei servizi online che fanno parte di DT World.

La crescita della comunità di utenti 

Gli utenti saranno premiati per la condivisione dei propri dati, quando acconsentono durante l’utilizzo dei servizi DTSH, e i dati verranno aggregati sotto forma di BigData anonimizzati.

Ancora, l’intero ecosistema DTSH è sviluppato con le migliori tecnologie per garantire privacy e riservatezza.

DTSH offre, inoltre, alla sua comunità un’esperienza utente senza interruzioni in un unico ecosistema attraverso piattaforme in cui le persone possono effettuare transazioni, gestire le proprie risorse, comunicare, acquistare e socializzare sia nel mondo fisico che virtuale.

 Le tipologie di società attraverso cui opera DTSH sono: 

– Gruppo di social network

– Gruppo di soluzioni finanziarie

– Gruppo di asset digitali

L’offerta della Holding 

Tale tipologia di business offre diverse soluzioni integrate, di cui possono profittare gli appartenenti alla comunità DTSH.

Grazie a questo insieme eterogeneo di aziende, i membri della comunità avranno l’opportunità di ottenere servizi diversi in base alle loro molteplici e specifiche esigenze.

La presenza di app di messaggistica basate su blockchain, o ID digitale basato su token non fungibili, garantisce un’esperienza cliente completamente nuova e sicura quando si utilizzano servizi finanziari all’interno di uno strumento di comunicazione o si pagano servizi/beni in varie valute fiat o digitali.

Criptovalute, cosa dice la legge in Italia

Per criptovaluta si intende valuta ‘nascosta’, nel senso che è visibile/utilizzabile solo conoscendo un determinato codice informatico.

La criptovaluta non esiste in forma fisica, ma si genera e si scambia esclusivamente per via telematica. 

Sono al centro del dibattito per la crescita delle quotazioni, ma anche per una loro identificazione dal punto di vista del diritto.

La definizione della giurisprudenza italiana

Una prima definizione di criptovaluta si può trarre dalla sentenza Tribunale di Verona, Sez. II civ., del 24 gennaio 2017, che definì i bitcoin come strumenti finanziari.

La medesima impostazione è stata accolta da una più recente sentenza della Corte di Cassazione penale, sez. II, n. 26807 del 2020. Nel caso in esame il Supremo Consesso fu interrogato mediante ricorso presentato da un Exchange, che sosteneva la sottrazione delle criptovalute alla normativa in materia di strumenti finanziari essendo dei mezzi di pagamento. Il ricorrente aggiungeva, altresì, che sul sito web in cui queste valute virtuali venivano allocate non vi era alcuna informativa adeguata a dare informazioni idonee ai consumatori ai sensi degli artt. 91 e seguenti del TUF. 

La Corte, tuttavia, rigettava il ricorso ritenendolo infondato.

Una conoscenza più approfondita

Ove si decidesse di approcciare a questi particolari strumenti, il primo passo da esperire è una maggiore comprensione sul funzionamento. Bisognerà, altresì, essere certi che le piattaforme da cui si intenderà acquistare le criptovalute siano affidabili.

Le modalità di acquisto delle criptovalute sono diverse. Si potrà diventare proprietario dello stesso titolo originale estraendole (attraverso il processo di mining), ovvero ricevendole per mezzo di una transazione.

In casi come questi, sarà l’utente a possedere le valute virtuali. Da un punto di vista giuridico, la dottrina considera le criptovalute beni giuridici ai sensi dell’articolo 810 del codice civile. Anche la giurisprudenza si orienta in questo senso. Lo conferma la sentenza della Corte di Cassazione, Sez. II, n. 11959 del 2020, che ha qualificato i file informatici come beni mobili e quindi possibili oggetti del reato di appropriazione indebita. Di tal che, così interpretati tali strumenti rientreranno nel novero dei beni giuridici, con conseguente rafforzamento della tutela legale nell’eventualità di illeciti. 

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN

DT COIN USHARE

DT COIN USHARE

DT COIN USHARE

DT COIN USHARE

DT COIN

DT COIN

DT COIN

DT COIN

DT COIN

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN USHARE

DTCOIN USHARE

DTCOIN USHARE

DTCOIN USHARE

DTCOIN USHARE

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN OPINIONI

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN

DTCOIN

DT COIN

DT COIN

  1. Approfondimenti, opinioni, recensioni su Ushare di Daniele Marinelli

Ushare è una delle ultime novità per quanto riguarda il settore del Social Profit Marketing. Dotata di un’interfaccia user friendly e facile da usare e da capire, la piattaforma offre una vasta gamma di opzioni per fare trading, sia per gli investitori sia per i traders alle prime armi, e permette anche di connettersi virtualmente con gli amici e con gli altri membri della community.

Non solo: oltre a questo, Ushare offre un servizio di supporto al cliente, attivo ventiquattr’ore su ventiquattro, che può essere contattato in caso di problemi all’interno della community, e piccoli obiettivi, che possono essere completati per ottenere denaro e aiutare anche i membri a realizzare un guadagno extra più in fretta. Ushare secondo Daniele Marinelli gode di ottime recensioni ed opinioni sul web!

Tutto quello che l’utente dovrà fare è iscriversi alla piattaforma e iniziare a completare gli obiettivi presenti sul social network, in maniera da cominciare a guadagnare fin da subito.

  1. Guadagnare con la piattaforma di Ushare: ecco come fare

Ushare è una piattaforma di fidelizzazione dei clienti dotata di un potente strumento di affiliate marketing che permette agli utenti di realizzare un’entrata in base al numero di obiettivi (tasks) che riescono a completare.

La piattaforma, a differenza di DTCircle, non offre prodotti digitali propri, ma in compenso aiuta i suoi membri a vendere e a comprare i loro prodotti a un prezzo scontato.

Detto questo, come si fa a guadagnare con Ushare? Il modo migliore per generare pubblicità, è quello di offrire ai loro membri dei compiti interessanti e di valore da svolgere.

Le persone infatti vogliono sentirsi apprezzate e trovare obiettivi che siano facili da completare, ma che le facciano sentire anche appagate.

E Ushare, seguendo questo pensiero, fa in modo che i compiti offerti sulla sua piattaforma siano non solo alla portata di tutti. Se però questo non fosse sufficiente, sappi che il social network semplifica anche parecchio le cose ai membri della sua community, in maniera che possano portare a termine le tasks e iniziare a fare soldi già pochi minuti dopo l’iscrizione.

  1. Come funzionano i pagamenti su Ushare

I pagamenti su Ushare, una volta che vengono richiesti, vengono processati nel giro di 24-massimo 48 ore e inviati sul tuo conto bancario dopo aver riempito un formulario con tutti i dati necessari, come il tuo nome, il tuo cognome e il tuo numero di conto.

Ushare non richiede di raggiungere una soglia minima per il pagamento, quindi che tu abbia guadagnato due oppure centoventi dollari, potrai sempre richiederli e senza aspettare di dover raggiungere una certa somma per sbloccare il pagamento!

Per concludere, la piattaforma è sicura da usare, in quanto su Internet ci sono numerose testimonianze e recensioni positive scritte da utenti che l’hanno già usata e sono stati pagati.

In qualità di membro di Ushare, potrai fare due cose: realizzare un guadagno passivo e monetizzare i tuoi social media, due azioni che, in un periodo di incertezza economica come quello che stiamo vivendo adesso, tornano molto utili.

COLLEGAMENTI RAPIDI:

DANIELE MARINELLI DT COIN

DANIELE MARINELLI USHARE

DANIELE MARINELLI DT SOCIALIZE

DANIELE MARINELLI DT COIN

DANIELE MARINELLI USHARE

DANIELE MARINELLI DT SOCIALIZE

DANIELE MARINELLI DT COIN

DANIELE MARINELLI DT COIN

DANIELE MARINELLI USHARE

DANIELE MARINELLI DT SOCIALIZE

DANIELE MARINELLI DT COIN

Blog Daniele Marinelli su decentralizzazione crypto oggi

Sempre più spesso, al giorno d’oggi, sentiamo parlare della tecnologia Blockchain. Viviamo in un momento storico in cui questa innovazione sta avendo tantissima attenzione anche se, troppo spesso, si fa confusione tra Criptovalute, Bitcoin, Blockchain e quant’altro. Per questo motivo il nostro magazine si è sempre rivolto a professionisti del settore, questa volta abbiamo avuto il piacere di ricevere un contributo dal team di Daniele Marinelli, inventore del token DTCoin e oggi a capo dell’azienda DTSocialize per il lancio di progetti internazionali sul metaverso e su asset digitali. Tutte le applicazioni della Blockchain, applicabili a diversi settori, sono contraddistinte dalla necessità di decentralizzazione e disintermediazione, e questa caratteristica è un a delle prime cose su cui porre attenzione. Infatti, grazie a questa tecnologia, è potenzialmente possibile eliminare in tutta una serie di casi l’intermediaione di banche, istituti finanziari, notai, ecc.

Cos’è la blockchain in parole povere

La tecnologia Blockchain è stata sviluppata per la prima volta nel 2008 e si tratta, appunto, di una tecnologia adatta ad archiviare e trasmettere informazioni. Sono davvero molto alti gli standard di sicurezza che offre, e la blockchain funziona in assenza di un organismo di controllo centrale. Andando più nel concreto, possiamo dire che la blockchain fa in modo che i suoi utenti, connessi ad una rete, condividano dei dati in assenza di intermediari. Questi dati sono di fatto stivati su un registro, in pratica un grande database, che può essere condiviso simultaneamente con i suoi utenti, che hanno accesso al registro stesso.

I dati possono essere inseriti e condivisi al suo interno, secondo delle regole specifiche, fissate da un protocollo informatico protetto da crittografia.

Oltre al contributo del blog di Daniele Marinelli abbiamo anche raccolto alcune ultime notizie, opinioni, recensioni che inseriamo di seguito.

Da un account anonimo su Twitter sono state lanciate gravi accuse all’indirizzo di Nexo, una tra le più note piattaforme di criptovalute a livello mondiale. Nexo ha voluto subito replicare definendo false e diffamatorie le voci secondo cui i fondatori sarebbero coinvolti in uno scandalo di appropriazione indebita di fondi destinati alla beneficenza.

È stato emesso, nei confronti dell’autore delle accuse, un avviso pubblico per porre fine fin da subito la questione. La vicenda è iniziata il 25 giugno quando, dall’account Twitter “@otteroooo” sono stati pubblicati vari tweet i cui affermavano che i fondatori di Nexo si sarebbero appropriati di fondi destinati ad un’associazione benefica bulgara, la HelpKarma, al fine di finanziare viaggi ed acquistare immobili. In particolare è stato accusato Konsta Kanchev, ovvero il co-fondatore di Nexo nonché fondatore di HelpKarma, per aver utilizzato i fondi per acquistare un immobile privato. La notizia si è diffusa a macchia d’olio su Twitter, tanto che l’account di @otteroooo ha avuto oltre 9 milioni di visualizzazioni. Per replicare alle accuse, Nexo ha comunicato che Konsta Kanchev non esiste e che il nome è stato creato per “fingere un errore di battitura come spiegazione per i verificatori”. Secondo Nexo, infatti, è stato confuso Kosta Kantchev, co-fondatore di Nexo, con Constantine Krastev, fondatore di HelpKarma. Le accuse da parte di @otteroooo non sono però terminate qui. È stata accusata anche la società Credissimo per aver registrato “anomali” aumenti di capitale successivamente all’aumento di donazioni ad HelpKarma, facendo notare come Credissimo sia una società legata a Nexo in quanto, sul Whitepaper, il progetto viene definito come “Powered by Credissimo” e che quest’ultima è stata fondata da Kantchev.

Altri token non fungibili che non sono una truffa

Dopo aver chiarito che DT Coin non è una truffa, ripercorriamo le storie di altri progetti di tipo “NFT – Non Fungible Tokens”. Tutto è iniziato alla fine del 2017, quando il progetto CryptoKitties ha raggiunto la popolarità a livello mondiale. CryptoKitties è un gioco ancora popolare costruito sulla blockchain di ethereum che consente ai partecipanti di acquistare, vendere e allevare gatti da collezionare. Ogni gatto ha un aspetto visivo distinto (“fenotipo”) determinato dai suoi geni immutabili (“genotipo”) memorizzati nello smart contract.

Ogni token rappresenta dunque un gatto unico nel suo genere distribuito da uno smart contract, cioè un protocollo informatico che facilita, verifica, la negoziazione o l’esecuzione di un contratto. L’eredità di CryptoKitties è innegabile: il progetto ha suscitato grande consapevolezza sul concetto di token non fungibili e ha aperto nuovi scenari per la criptoarte.

Ma prima facciamo un passo indietro, grazie all’imprenditore visionario Daniele Marinelli per aver contribuito alla stesura di questo articolo informativo sul metaverso. Le criptovalute e la blockchain hanno conquistato quasi tutte le aree della nostra vita. Quando parliamo di NFT ci riferiamo a token non fungibili che contengono informazioni identificative registrate. È questo che rende ogni NFT diverso ed è per questo che non possono essere sostituiti direttamente da un altro token. In pratica i token non fungibili non sono intercambiabili: ognuno di questi è unico. A differenza dei bitcoin, non possono essere scambiati perché non ce ne sono due uguali. È un aspetto importante da sottolineare perché i token non fungibili portano le applicazioni blockchain ben oltre il normale utilizzo della valuta digitale. In poche parole i possibili usi di questa tecnologia sono a tutti gli effetti infiniti.

Gli artisti digitali hanno spesso difficoltà a proteggere i loro diritti d’autore online. È qui che entrano in gioco i token. Grazie agli NFT, gli artisti digitali possono vendere in sicurezza le loro opere. Daniele Marinelli nel suo blog chiarisce come I token non fungibili con i loro smart contract consentono di aggiungere attributi dettagliati, come l’identità del proprietario, metadati avanzati o collegamenti a file protetti: tutto ciò aiuta notevolmente gli artisti a mantenere il diritto d’autore sul proprio lavoro.

RASSEGNA STAMPA DANIELE MARINELLI NOVEMBRE 2022

Umetaworld annuncia il lancio del nuovo sito Internet e della nuova app

Umetaworld, il primo metaverso di social media, ha annunciato il lancio del suo nuovo sito web e della sua applicazione mobile. Entrambi i lanci segnalano l’apertura del metaverso agli utenti, che ora possono interagire con gli altri e con il paesaggio digitale. Il sito web sarà attivo nella seconda settimana di luglio 2022, mentre l’app sarà rilasciata il 16 luglio 2022. In questi giorni si parla molto del metaverso e di come le persone possano utilizzarlo. Ma molti di questi discorsi si limitano all’uso dei metaversi come paesaggi di gioco. Umetaworld è diverso perché si concentra sul metaverso come spazio puramente sociale. In Umetaworld, gli utenti possono interagire tra loro utilizzando avatar di alto livello, creati con una resa realistica dei loro volti. Scattando un selfie durante il processo di registrazione, gli utenti possono creare versioni ad alta definizione di se stessi per divertirsi. È inoltre possibile creare e personalizzare stanze private che possono essere decorate e dedicate a qualsiasi argomento scelto dall’utente. Nell’Umetaworld si possono anche organizzare eventi virtuali come concerti, conferenze, incontri e persino shopping. Una volta che il metaverso sarà scaricabile il 16 luglio 2022, gli utenti potranno esplorare la sua “Union Square”, un paesaggio digitale che ricorda il mondo materiale. La visione di Umetaworld è quella di creare uno spazio virtuale positivo in cui gli utenti possano liberarsi da preoccupazioni e responsabilità. In un mondo che sta uscendo dalla pandemia, una cosa del genere è davvero necessaria.

Secondo Daniele Marinelli, fondatore e amministratore delegato di DTSocialize, che è anche uno dei fondatori di Umetaworld, questo progetto è stato creato per condividere la positività nel panorama del web3. Daniele Marinelli ha partecipato al Metaverse Summit di Parigi, Francia, il 16 e 17 luglio 2022. In quell’occasione interverrà in due panel, Web3 e decentralizzazione e Realtà mista e mondo virtuale.

La sua partecipazione al summit lo vedrà anche presentare formalmente Umetaworld al resto della comunità Web3. Il progetto è stato sicuramente ben accolto finora, con il suo token nativo UMW quotato sui principali DEX e le quotazioni in borsa centralizzate in arrivo.

Informazioni su Umetaworld

Umetaworld è il primo metaverso di social media che consente agli utenti di interagire tra loro, di partecipare a eventi e persino di commerciare utilizzando avatar ad alta definizione. Costruito su principi di realtà e divertimento, Umetaworld dà ai suoi utenti il pieno controllo della loro esperienza digitale e li incoraggia a godere di tutto ciò che il web3 ha da offrire.

related tags:

daniele marinelli dt coin

daniele marinelli dt coin

daniele marinelli dt coin

daniele marinelli bitcoin

daniele marinelli bitcoin

daniele marinelli bitcoin

daniele marinelli dt socialize

daniele marinelli dt socialize

daniele marinelli dt socialize

Chi è Daniele Marinelli

Daniele Marinelli è fondatore e CEO di DT Socialize Holding, che nasce inizialmente per raggruppare le aziende parte dell’ecosistema DTCircle. Daniele Marinelli è anche ideatore di DT Coin, il token di sistema da lui fortemente voluto per essere complementare alla moneta fiat e spendibile in un circuito di attività commerciali, fisicamente e online, nonché per essere usato in programmi di fidelizzazione degli utenti.

LINK UTILI:

https://www.ilsole24ore.com/art/svizzera-sempre-piu-crypto-friendly-mcdonald-s-lugano-si-paga-bitcoin-AEw4ps5B

https://www.repubblica.it/tecnologia/2022/10/15/news/il_mining_dei_bitcoin_e_peggio_delle_trivellazioni_di_petro-369356959/

https://tech.everyeye.it/notizie/oggi-compleanno-bitcoin-storia-bitcoin-white-paper-2008-616574.html

https://www.torinoggi.it/2020/04/21/leggi-notizia/argomenti/economia-4/articolo/oggi-dt-circle-e-ushare-rete-di-networkers-alimentata-su-telegram.html