Proteggere la Privacy su Google

13 Febbraio, 2020 0 Di admin

Le informazioni disponibili in rete non sono presenti solo sotto forma di contenuti, ma anche di immagini. Per questo motivo per proteggere la propria privacy è utile sapere anche come effettuare la rimozione immagini private da Google, o meglio come chiedere al motore di ricerca che questa rimozione venga effettuata.

Le immagini spesso sono più forti delle parole e riescono a veicolare il messaggio in maniera più efficiente e più veloce. Come rimuovere immagini da Google? Con l’avvento dei social network e con la loro affermazione, le immagini ed i video sono diventati parte della nostra quotidianità: ogni giorno sono milioni le foto condivise in rete e che vengono visualizzate da altrettanti milioni di persone.

Fortunatamente è possibile chiedere la rimozione immagini private da Google per proteggere la propria immagine e per evitare che foto personali – con contenuto esplicito o meno – continuino ad essere accessibili con una semplice ricerca sul web.

Rimozione immagini private da Google: come chiedere l’eliminazione dei contenuti

Vediamo qual è la procedura da seguire per ottenere l’eliminazione delle immagini private dal motore di ricerca. Google è consapevole del problema della condivisione di foto e video personali senza l’autorizzazione del soggetto che viene ritratto in essi e per questo ha deciso di creare un percorso guidato fino all’effettiva richiesta di rimozione.

E’ possibile fare riferimento alla pagina per la rimozione di contenuti Google per fornire al team del motore di ricerca tutte le informazioni necessarie per procedere con la cancellazione delle immagini dai risultati di ricerca. Seguendo la procedura guidata, sarà semplice segnalare dove reperire l’immagine, quale immagine rimuovere ed i motivi per cui si sta facendo questa richiesta.

Cosa può fare davvero Google?

Google, in qualità di motore di ricerca, si occupa di inserire nel suo indice tutti i nuovi contenuti di un dato argomento – siano essi pagine di testo o contenuti multimediali – per renderli disponibili agli utenti che decideranno di effettuare una ricerca su quello specifico argomento. Questo fa capire anche che la società non ha il controllo dei contenuti, ma può esercitare il controllo solo sul suo indice.

L’operazione fatta dal team di Google, nel caso in cui la richiesta di rimozione immagini private da Google dovesse essere accettata, è quella di deindicizzare le immagini, in modo che non siano più raggiungibili da altri utenti attraverso il motore di ricerca. In questa maniera è possibile cancellare risultati di ricerca Google. Le immagini continuano però ad essere presenti sul web, dunque dopo aver richiesto l’eliminazione a Google è bene mettersi in contatto con gli amministratori dei siti web sui quali le immagini ed i video sono stati caricati e chiedere la rimozione dei contenuti.

Con le nuove norme europee stabilite dalla GDPR, i titolari delle informazioni sono coloro ai quali le informazioni stesse fanno riferimento. Ciò significa che il soggetto rappresentato in una foto o in un video ha il diritto di chiedere che il contenuto venga rimosso dal web, a maggior ragione se si tratta di un contenuto esplicito o che mette in cattiva luce la persona. In caso di non pervenuta collaborazione da parte degli amministratori dei siti web, è possibile procedere per via legale per ottenere la rimozione delle immagini.